Articoli

L’importanza di integratori e vitamine nella prevenzione dell’ invecchiamento cutaneo

Il tema dell’invecchiamento cutaneo dal punto di vista dell’alimentazione e dell’integrazione alimentare.

Se sei nato prima del 1990, quasi certamente troverai questo articolo interessante. Infatti è circa dai trent’anni che cominciano a intravedersi sul nostro viso i primi segni del tempo che passa.

Ogni volto invecchia diversamente, ma è dimostrato che è da questa età che il ricambio cellulare diminuisce. Fino ai 25 anni la cute subisce infatti un processo di desquamazione naturale: le cellule più vecchie, dopo aver completato la loro migrazione dagli strati più profondi (strato basale) a quelli superficiali (strato corneo), muoiono staccandosi dalla superficie lasciando spazio a quelle più nuove.

Con il passare del tempo questo processo di rinnovamento cellulare si attenua, prima lentamente
e poi in modo sempre più rapido. Inoltre è sempre in questo periodo che diminuisce la produzione di collagene (una glicoproteina fibrosa -proteina che contiene carboidrati- prodotta dai fibroblasti, le principali cellule del derma) e di acido ialuronico, sostanze che compongono il derma e sono indispensabili per l’elasticità e la corretta idratazione della pelle. E’ così che compaiono le prime rughe e i primi segni del tempo
che passa.


Continua a leggere